LA SCUOLA WEB

NOTIZIE WEB Associazione Istruzione Unita Scuola

giovedì 28 maggio 2015

Il Consiglio di Stato accoglie una sentenza favorevole alle famiglie che hanno presentato ricorso contro la disparità tra iscritti alle scuole statali e iscritti alle private

Sentenza N. 02517/2015REG.PROV.COLL. N. 05866/2014 REG.RIC.Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)
ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 5866 del 2014, proposto da: Maurizio Antonio Sironi, Emiliano Zambarbieri, rappresentati e difesi dagli avv. Vittorio Angiolini, Sergio Vacirca, con domicilio eletto presso Sergio Vacirca in Roma, Via Flaminia 195; contro Regione Lombardia, rappresentato e difeso dall'avv. Maria Lucia Tamburino, con domicilio eletto presso Emanuela Quici in Roma, Via Nicolò Porpora, 16; per la riforma della sentenza del T.A.R. LOMBARDIA - MILANO: SEZIONE III n. 00859/2014, resa tra le parti, concernente accertamento del diritto ad ottenere erogazione del buono scuola Visti il ricorso in appello e i relativi allegati; Visto l'atto di costituzione in giudizio di Regione Lombardia; Viste le memorie difensive; Visti tutti gli atti della causa; Relatore nell'udienza pubblica del giorno 28 aprile 2015 il Cons. Sergio De Felice e uditi per le parti gli avvocati Angiolini, e Quici per delega di Tamburino.; Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue. FATTO Con ricorso proposto innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia, i signori Sironi Maurizio Antonio e Zambarbieri Emiliano, in rappresentanza delle figlie, alunne iscritte rispettivamente al primo anno della scuola secondaria di primo grado Istituto “Dalla Chiesa” con sede a Milano e al secondo anno della scuola secondaria Liceo Scientifico Statale “Primo Levi”, con sede a San Donato Milanese, impugnavano le delibere adottate dalla Regione Lombardia in ordine al buono scuola.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.